Crea sito

Minibaseball: Pronti e Via!

di Roberto Minnocci  – 

“Prima giornata del Campionato Minibaseball con Academy Nettuno, Dolphins Anzio, Cali Roma e Nuova Roma.”

Pic 51E finalmente è partito anche il primo Campionato dedicato al Minibaseball. Dopo le richieste delle società interessate, ansiose di poter scatenare i loro piccoli campioncini sui campi, c’è stato lo startup della formula a concentramenti per le quattro squadre partecipanti. Quindi, Academy Nettuno, Dolphins Anzio, Cali Roma e Nuova Roma si daranno battaglia nelle tre giornate previste dal calendario che la Federazione Regionale Lazio ha stilato espressamente per questa categoria. La prima tappa si è consumata ieri a Nettuno, sul campo “Andrea Sacchi”, ed è stata una vera e propria festa, incorniciata in una giornata torrida, che sembrava quasi ferragosto, mancavano solo i gavettoni finali. Ma soprattutto è stato un evento tappezzato di baseball, che di “mini” aveva pochissimo, davanti alla vitalità e al gigantesco entusiasmo dei protagonisti, impegnatissimi a sudare sul terreno di gioco. Insomma, tutti in campo, occupando ogni spazio disponibile, come una bottiglia di champagne pronta a stapparsi, facendo schizzare in aria migliaia di bollicine effervescenti, tra mazze e caschetti persi alla rinfusa, e con un unico obiettivo, spedire la palla laggiù, dove nessuno può rincorrerla. Dunque, si son disputate sei “grandi” partite, due per volta, come un Twix al cioccolato, perché “Two is meglio che One”. Si cominciava con Academy Nettuno vs. Cali Roma a rincorrersi in diamante, e contemporaneamente, sul prato dell’esterno centro, si sfidavano Dolphins Anzio vs. Nuova Roma. E vai! Boom Boom! Incroci di pallette da un campo all’altro. Confusione geometrica e punti sullo score. Se le son date tutti di santa ragione. Più veloci della luce, e “minchia come battevano”! Finiva il primo round, con la vittoria dei Mini Academy, 20-2 sui nanetti del Cali, e il successo dei Dolphins, 13-8 sulla Nuova Roma. Poi, come in un minuetto, ci si scambiava la dama, e si ricominciava a parti invertite, Cali Roma vs. Dolphins Anzio, e Nuova Roma vs. Academy Nettuno. Ed erano di nuovo grandi polveroni che dal diamante si trasferivano sul prato, e mentre i malcapitati sotto il sole a piombo cercavano refrigerio nelle tende improvvisate sulla recinzione, le squadre romane si vendicavano su quelle tirreniche: Cali batte Dolphins 15-13, e Nuova Roma sconfigge Academy 9-6. Il campanaccio suonava a raccolta per il meritato pranzo. Lasagne e cannelloni, coca cola per i grandi e un bel bicchiere di vino per i più piccoli? Macchè! Panini e aranciate per tutti. Ma va bene così. Tutti insieme, uniti dalla stessa passione. Poi una bella pennichella con il ponentino che ti rinfresca? Manco per niente! Tutti in campo, si gioca ancora. Pic 52E stavolta è guerra. Due derby di fuoco. Nuova Roma vs. Cali Roma, e Dolphins Anzio vs. Academy Nettuno. Sbam, crash, bang! Botte da orbi e agonismo alle stelle. Ormai non si distinguevano più i compagni dagli avversari. Divise impolverate chiazzate di verde. Ma si continuava a battagliare a suon di valide, fino alla fine. Fino alla sentenza; il derby romano lo vinceva la Nuova Roma, 16-10 sul Cali; mentre lo scontro tirrenico se lo aggiudicavano gli “scapocciaranocchie” nettunesi, 12-7 sugli “scapocciasarde” portodanzesi. Vabbè, abbiamo scherzato! C’è stato un clima di amicizia e sport, che si è dipanato nel corso dell’intera giornata. Ed ha vinto ancora una volta il Baseball. Come hanno stravinto tutti questi ragazzini, che stanno mettendo le basi alla rinascita di questo gioco. E a questo punto, preso da un raptus di protagonismo, mi verrebbe da dire: “Viva l’Italia”! Ma vi risparmio “‘sta fregnaccia”, e concludo con un più sobrio: complimenti a tutti i protagonisti! Tra i quali Antonio Filosa, responsabile Academy Nettuno: “Giornata bellissima, utile ai ragazzi per acquisire tanta esperienza. Abbiamo fatto tante belle giocate, e stiamo crescendo molto con questa squadra Under 10. La formula ha funzionato, ed è stato divertentissimo giocare così tanto, mischiando anche le squadre, scambiando e prestando i giocatori. Siamo soddisfatti, al di là dei risultati, siamo sulla linea dei nostri programmi, e lo stiamo dimostrando in campo. I ragazzi sono contentissimi, e anche i genitori. Adesso ci ritroveremo ad Acilia il 31 Maggio, per ripetere questa festa, con la seconda giornata in calendario di questo campionato Minibaseball.” Anche Alessandro “Fallozzo” Ruberto, responsabile del progetto Dolphins Anzio, si mostra contento: “Queste giornate sono importantissime, e servono ai ragazzi per avviarli a questo sport. Mi piacerebbe che, nella nostra regione, ci fosse un movimento di squadre Under 10 più importante. In particolare ad Anzio e Nettuno, dovremmo puntare molto di più su questi ragazzini, per dare un futuro al baseball. Abbiamo insistito molto con la federazione, per organizzare questo campionato, e mi aspettavo più adesioni, ma intanto va bene così. C’è bisogno di giocare tanto, per far assaporare a questi giocatori, oltre al divertimento, anche l’agonismo, e in queste occasioni si comincia a vedere il baseball. Anche se io sono contrario a partite troppo lunghe, dopo le due ore di gioco non sono più utili, perché i bambini non riescono a restare concentrati così a lungo. Noi, come Dolphins, abbiamo una formazione Esordienti e una Minibaseball, e stiamo cercando di ricostruire un movimento giovanile ad Anzio. I nostri iscritti stanno lavorando in un ambiente senza stress, e stanno ottenendo ottimi risultati dal punto di vista della crescita sportiva. Il nostro obiettivo, in questa fase, è di farli innamorare del baseball, poi avranno tutto il tempo per seguire il loro percorso. Intanto oggi ci siamo divertiti tutti.”

(300 visite)