Crea sito

TDR 2016, un successo targato Academy!

di Guido Cecconi  – 

“Grande successo del Lazio nel TDR, con l’Academy Nettuno in evidenza.”

Pic 323

Quella che ormai è divenuta una realtà dominante sul palcoscenico nazionale e che, ogni giorno di più, diviene una forza, una garanzia, un punto di riferimento da studiare e da copiare è stata determinante per spezzare l’egemonia della Regione Emilia Romagna nel Torneo delle Regioni. La giornata di domenica, giorno stabilito per l’assegnazione delle posizioni e dei titoli per le categorie Ragazze e Cadette Softball e Ragazzi, Allievi e Cadetti Baseball, è iniziata sotto i migliori auspici per la delegazione Laziale (che forse dovremmo chiamare Delegazione ACADEMY). Infatti sul diamante di Sala Baganza, in quel di Parma, la giovane formazione Ragazze, alla prima esperienza di gioco (facciamo presente che ogni ragazza ha iniziato l’attività da appena quattro mesi), andava in scena l’incontro che avrebbe assegnato la 5^ posizione. Il Manager Patrizia DELLA BRUNA, un acquisto ed una garanzia per l’ACADEMY, dall’alto della propria esperienza maturata negli anni sui campi da gioco nazionali ed internazionali, con il passare delle giornate, è riuscita a dare alla giovane formazione, un’identità ben definita, una sempre maggior sicurezza che ha portato, di giorno in giorno, risultati nel box di battuta e sul terreno di gioco sicuramente esaltanti. Non ce ne vogliano le ragazze, ma una menzione speciale va a Lorenzo BARBONA e Daniele DI PERSIA, autentici trascinatori della squadra Ragazze, sia nel box di battuta che sul diamante, dove, grazie alla loro grande  versatilità, hanno ricoperto svariati ruoli sempre con ottimi rendimenti. Non dobbiamo dimenticare BARBONA Federica, anche lei alla prima esperienza di gioco, aggregata alla Selezione Cadette, ed inserita nella formazione che ha disputato la finale per il 3° posto, aggiudicato proprio dalla Regione LAZIO. Per chiudere il capitolo Ragazze voglio fare un elogio particolare a Benedetto BARBONA, una persona eccezionale, per spirito, competenza, professionalità, umanità (scusate ma ho finito gli aggettivi), una presenza costante, sul campo e fuori, un valore aggiunto dell’ACADEMY che rinforza ancor di più l’immagine societaria. Detto ciò passiamo alla finale Ragazzi, una finale che, purtroppo, assegnava solamente il 3° posto, ed anche qui la Regione LAZIO ha raggiunto l’obiettivo, trascinata da Federico RICCI, un sicuro prospetto su cui l’ACADEMY punta per gli anni a venire (senza nulla togliere agli altri ragazzi ACADEMY che hanno degnamente rappresentato la società in questa edizione del Torneo delle Regioni), autentico mattatore della finale, autore di un Home Run da 3 punti e di uno shut out (prestazione senza subire punti) sul monte di lancio. La giornata entrava nel vivo, alle ore 14, quando, sotto la canicola estiva emiliana, sui due impianti di Sala Baganza e di Collecchio, si disputavano, rispettivamente la finale per il 1° posto categoria Allievi e Cadetti. Sull’impianto di Sala Baganza, la formazione Allievi, in un susseguirsi di emozioni, prima andava sotto per 8 – 1, lentamente ma inesorabilmente accumulava punti, portandosi prima in parità e poi in vantaggio sul punteggio di 9 – 8 . Purtroppo il recupero era reso vano dall’ultimo attacco del Veneto che marcava 4 punti e si aggiudicava l’incontro ed il titolo con il punteggio di 12 – 9. Anche qui un elogio speciale a tutti gli Allievi dell’ACADEMY inseriti nel roster ed autentico faro per tutti i ragazzi presenti alla competizione. Ma, come abbiamo detto, tutti i riflettori erano puntati sul diamante di Collecchio, dove la corrazzata di DE FRANCESCHI  e MAZZANTI era destinata a tenere alti i colori della Regione LAZIO, oltre ad avere il ruolo  scomodo di squadra favorita. Come sappiamo, molte volte i pronostici si possono capovolgere, può verificarsi la sorpresa di veder vincere una formazione outsider, ma, come detto al principio l’ACADEMY, con le sue competenze  ed eccellenze sta lavorando in maniera profonda sul carattere dei ragazzi, gli sta inculcando una consapevolezza che va oltre il gioco del baseball, una maturità tecnica e mentale tale da permettere ad ogni suo elemento di superare le avversità che gli si potranno presentare davanti di volta in volta. La formazione schierata, egregiamente, da DE FRANCESCHI e MAZZANTI era l’ACADEMY con l’unico innesto di Andrea BRESSI sul monte di lancio. La squadra nelle varie fasi difensive si disimpegnava con efficacia e naturalezza, martellando, fin dal 1° inning, il pitcher avversario. La formazione laziale marcava subito il punteggio, facendo presagire un monologo per i colori amici. Ma la squadra del Piemonte, vittima designata, si rivelava avversario estremamente ostico e coriaceo, infatti al 3° inning effettuava un break e si portava sul punteggio di parità, 3 – 3 e si ricominciava daccapo. Nuovo attacco del Lazio  e nuovo vantaggio, le mazze dei nostri ragazzi erano calde ed impietosamente colpivano il lanciatore piemontese, concretizzando il nuovo vantaggio, portandosi sul punteggio di 5 – 3. BRESSI lasciava il posto a CARCIOLA, 1° rilievo designato. La posta in gioco era alta e così anche la concentrazione, i battitori del Piemonte colpivano i lanci del nostro pitcher e si portavano di nuovo in parità. Il magnifico duo ACADEMY correva subito ai ripari e mandava sul mound DE ANGELIS per bloccare l’emorragia. La difesa reagiva bene all’avvicendamento e chiudeva il 5° inning sul punteggio di 5 – 5. C’è un vecchio detto a baseball che dice “partita raggiunta non fu mai vinta” ed il Piemonte l’aveva raggiunta per ben due volte. Le due squadre davano vita alle ultime riprese di gioco, ma, come detto precedentemente, il lavoro che si sta facendo all’ACADEMY non è puramente tecnico, è mentale, motivazionale, un’autentica dottrina da assimilare ed in questa partita abbiamo avuto conferma sulla bontà del lavoro svolto finora. I ragazzi ACADEMY, coscienti della propria forza, segnavano punto su punto, collezionando 6 marcature e creando il solco che doveva essere determinante. Sesta difesa ACADEMY senza patemi d’animo ed ultimo attacco che dava il punto che sanciva, definitivamente la vittoria della Regione LAZIO. Ancora una volta la Premiata Ditta DE FRANCESCHI – MAZZANTI si aggiudica il titolo di Campione Italiano nel Torneo delle Regioni, e mantiene intatto il 1000 nella competizione federale (infatti i due tecnici hanno avuto in “affido” la selezione della Regione LAZIO per due volte e tutte e due le volte si sono aggiudicato il Torneo delle Regioni). I complimenti vanno alle scelte effettuate dai tecnici, a volte criticate, ma certamente idonee al raggiungimento dello scopo, ma un plauso ancor più grande va ai ragazzi autori di un ciclo meraviglioso iniziato 6 anni fa nella categoria Ragazzi, e terminato, come è giusto che sia, nella categoria Cadetti. La Regione Lazio è stata l’unica regione a mandare sul podio ogni categoria, molti diranno che non è così perché la squadra Ragazze è arrivata sesta, ma per noi quella sesta posizione vale come un primo posto, tanto che la giovane formazione si è aggiudicata il Premio Fair Play della competizione. Il tabellino finale dice che la Regione Lazio ha raggiunto il 3° posto nella categoria Cadette Softball e Ragazzi Baseball, il 2° posto nella categoria Allievi Baseball ed il 1° posto nella categoria “principe” Cadetti, e, come visto, questo risultato ha un solo nome ACADEMY of NETTUNO BASEBALL.

(505 visite)