Crea sito

Il Lazio “mata” la Spagna!

di Roberto Minnocci  – 

“Secondo successo del Lazio, che sconfigge la Spagna nelle finali EMEA.”

Pic 334

Ancora una vittoria del Lazio nelle finali EMEA di Novara, con la rappresentativa italiana che si sta disimpegnando con risultati importanti. Ieri pomeriggio ci son volute cinque ore di partita per aver la meglio sulla formazione spagnola del Catalunya, in una giornata che ha visto ancora il maltempo imperversare su questa manifestazione. Infatti, un temporale improvviso ha costretto ad interrompere la fantastica gara che le formazioni di Italia e Spagna stavano inscenando sul terreno di gioco. L’incontro era iniziato subito in salita per i ragazzi laziali, che andavano sotto nel punteggio, nei confronti degli iberici: 0-7 al secondo inning. I tecnici De Franceschi e Mazzanti avevano il loro bel da fare per risollevare il morale della squadra, che sembrava un po’ nuvolosa e variabile come il tempo circostante. Ma pian piano riuscivano a riportar sopra le righe tutti i giocatori, tecnicamente, psicologicamente e nel risultato, riaccendendo l’entusiasmo, a cavallo della sospensione per pioggia, fino al pareggio: 9-9 al termine degli inning regolamentari. Si andava così agli extra, e a questo punto avveniva il sorpasso, con il team Lazio che notificava a referto quattro punti, mettendo un’ipoteca sulla vittoria finale, che puntualmente veniva realizzata, non concedendo segnature agli avversari al cambio campo. Dunque, gara conclusa all’ottava ripresa, dopo oltre quattro ore di gioco effettivo: Lazio vs. Catalunya 13-9. Capolavoro tattico-tecnico del team italiano, che ha avuto la capacità di risollevarsi dopo una partenza ad handicap, meteoropatica, mettendo a segno un successo che vale la semifinale. Non conosciamo a fondo il regolamento, ma, probabilmente, anche con una sconfitta nella terza e conclusiva partita del girone, contro gli inglesi London Mets, il primo posto del girone dovrebbe essere garantito. Grande merito allo staff accademista, De Franceschi e Mazzanti, che ha sudato le proverbiali sette camicie per tenere i propri giocatori in partita, con sostegno e stimoli continui, fino al raggiungimento dell’obiettivo prefissato: la vittoria!

Roster Lazio League Italy1: Davide Bilancioni, Alessandro Calisi, Andrea Campagna, Alessandro Cecconi, Carlo Cianfriglia, Manuel De Angelis, Federico De Santis, Andrea Di Magno, Gianluca Di Stefano, Lorenzo Marrone, Massimiliano Pavone, Yuri Sarrocco, Marco Vitone, Francesco Ludovisi, Andrea Bressi, Elia Carciola.

Gli altri risultati della seconda giornata: Francia vs. Gran Bretagna 11-1; Piemonte vs. Austria 4-7; Belgio vs. Olanda 19-10.

Leo Mazzanti a fine partita: “È stata molto dura, siamo riusciti a riaccendere i ragazzi, dopo un inizio incerto, però alla fine è andata bene. Siamo molto contenti per questa vittoria importantissima, ottenuta col carattere, segnando quasi tutti i punti con due out a carico. Abbiamo ruotato Bilancioni, Bressi, Cecconi e De Angelis sul monte, con un occhio sempre al conta lanci, in previsione delle prossime partite. La Spagna si è dimostrata un osso duro da battere, molto veloce e con buoni fondamentali, oltre a un ottimo bullpen. A questo punto non faccio previsioni, non dobbiamo mollare, rispettando tutti gli avversari che incontreremo da qui al termine del torneo.”

Anche Roby De Franceschi è soddisfatto dell’esito dell’incontro: “Abbiamo sudato, sgolandoci dall’inizio alla fine. C’è stato un cattivo approccio alla partita e abbiamo dovuto rincorrere il risultato, cercando di ridare entusiasmo al dugout. Siamo arrabbiati ma allo stesso tempo contenti della reazione costruttiva mostrata in campo dalla squadra e ci sono molte note positive da mettere in rilievo, tra cui cinque doppi giochi difensivi di ottima fattura. Inoltre voglio evidenziare la prestazione di Sarrocco, che ha dato il via alla rimonta, e la bella prova di De Angelis, che dopo aver sparato un doppio in mezzo agli esterni, per il momentaneo pareggio, è andato sul mound a chiudere la partita in modo impeccabile, ma sono stati tutti bravissimi. Adesso ci giocheremo le nostre chances senza fare calcoli fino alla fine. Incrociamo le dita, e non dico altro!”

(124 visite)