18 Aprile 2024

di Roberto Minnocci  – 

“L’opinione del presidente dell’Academy Nettuno, Roberto De Franceschi, sulla stagione in corso.”

2Siamo giunti a metà stagione delle attività agonistiche del Baseball Giovanile, facciamo il punto della situazione con il Presidente della Academy of Nettuno Baseball, Roberto De Franceschi.

Allora Presidente a che punto siamo?

  • “Diciamo che siamo soddisfatti. Abbiamo lavorato molto bene quest’inverno, valorizzando i nostri ragazzi sul campo in questo inizio di stagione. Abbiamo presentato al via delle squadre subito competitive, frutto degli allenamenti svolti nella nostra struttura coperta. I risultati sono andati al di là delle nostre previsioni; puntavamo a qualificare due formazioni, a cui ne abbiamo inaspettatamente aggiunto una terza, la Under21, perciò siamo molto contenti di come stanno andando le cose.”

Allora parliamo di questa Under 21 ai Playoff?

  • “Questo era un Team nato soltanto per far maturare esperienza ai nostri giovani, con ragazzi quindicenni affiancati da un piccolo gruppo di ’98, quindi una squadra in “tenera età”. Nonostante tutto, dopo qualche difficoltà iniziale, abbiamo cominciato ad inanellare risultati positivi, credendoci sempre di più, fino a posizionarci al secondo posto della classifica finale, che ci ha garantito il passaggio ai Playoff, con grande sorpresa, ma anche con grande merito. I ragazzi hanno fatto un bel salto di qualità, e nei prossimi anni potranno togliersi molte soddisfazioni.”

I Cadetti hanno dominato il loro girone, anche loro qualificati alle fasi finali?

  • “Su questa squadra, devo essere sincero, ci puntavamo molto, e se non ci fossimo qualificati sarebbe stato un fallimento. Abbiamo presentato due formazioni, entrambe di ottimo livello; gli Stars, quelli più grandi, hanno guadagnato il primo posto in scioltezza e con grande sicurezza; gli Stripes, nonostante fossero più giovani, si son tolti anche la soddisfazione di battere la prima squadra, in una partita memorabile, ed hanno condotto un campionato eccezionale, classificandosi al terzo posto. I due gruppi sono ben preparati, e ci prepariamo per la seconda parte della stagione con buone prospettive di ben figurare.”

Gli Allievi non ce l’hanno fatta?

  • “Si, abbiamo mancato la qualificazione con gli Stars, però ci siamo andati molto vicino. Abbiamo pagato una giornata negativa, in cui abbiamo perso, con uno Squeeze mancato, la prosecuzione della partita sospesa all’andata, contro i nostri rivali del Nettuno Elite, e poi siamo usciti sconfitti anche nella partita successiva, con un quadro psicologico un po’ scarico. Comunque la stagione è stata positiva lo stesso, considerando che abbiamo fatto crescere un buon numero di atleti, soprattutto nella seconda squadra Stripes, che ha giocato un campionato ben oltre le nostre aspettative, e quindi ringrazio i tecnici delle due formazioni per l’ottimo lavoro svolto, che darà benefici all’accademia nel prossimo futuro.”

Bene, ora parliamo dei Ragazzi, ai Playoff?

  • “Anche in questa categoria puntavamo al risultato pieno, perché questo è un gruppo storico, formato interamente dall’Academy, per cui vederli crescere fino al punto di superare squadroni del calibro del Nettuno2, del grande Yamanaka, e poi del Viterbo, negli spareggi che li hanno visti protagonisti, qualificandosi anch’essi ai Playoff, è motivo di enorme soddisfazione. Ai tecnici dei ragazzi vanno i nostri complimenti, per la qualità del lavoro che son riusciti a mettere in campo, e per come hanno amalgamato l’ambiente anche al di fuori del terreno di gioco.”

Passiamo al baseball del futuro, gli Esordienti?

  • “Gli Esordienti hanno fatto un’annata favolosa, e sono arrivati ad un livello eccezionale per l’età che hanno. Grande merito allo Staff Tecnico che li ha curati in modo splendido e a cui facciamo tantissimi complimenti; le due squadre, Stripes e Corsari, hanno giocato divertendosi e conseguendo anche buoni risultati. Gli Stripes hanno dominato il loro girone, e i Corsari non hanno mai sfigurato, quindi abbiamo un gruppo di giocatori che ci garantirà nei prossimi anni una continuità di gioco che sarà di vitale importanza per l’accademia.”

Infine il Minibaseball?

  • “Il Minibaseball è l’apice. È stata una squadra formata in fretta e furia, ma che ha conseguito dei risultati enormi, vincendo sia la Winter League che la Summer League, ma al di là dei risultati mi piace sottolineare il modo in cui i nostri istruttori stanno plasmando questo gruppo; è un piacere vedere questi bambini muoversi per il campo, e abbiamo ricevuto attestati di stima in tutti i posti in cui siamo andati a giocare, ripeto grandi soddisfazioni e futuro assicurato per l’Academy.”

Riassunto finale?

  • “Molto bene, in tutti i sensi. Adesso cercheremo di andare più avanti possibile con le nostre squadre qualificate; al nord troveremo delle organizzazioni formidabili, però noi siamo carichi, i nostri tecnici sono molto preparati, e ci proveremo fino in fondo, poi tutto quello che arriverà sarà comunque un successo. Questi risultati stanno ripagando i nostri sacrifici; è bello vedere i nostri ragazzi giocare a baseball in tutti campi e in tutte le categorie. È difficilissimo mantenere in piedi questa enorme struttura, ma ci stiamo provando, e per il momento ci siamo attestati su dei rilevanti livelli tecnici e comportamentali. Andiamo avanti così, cercando di migliorare sempre.”