Crea sito

Hola Academy de España!

di Roberto Minnocci  – 

“Introduciamo l’ultima puntata del diario di bordo dei Team Academy a Valencia, con le partite conclusive prima del ritorno a casa.”

Pic 126Bentornati a casa, alla comitiva dell’Academy Nettuno, reduce  dalla spedizione in terra di Spagna, dove ha giocato una serie di partite di ottimo livello, sull’impianto MLB di Valencia,  contro le squadre locali. Le gare sono state descritte e commentate dal nostro Capitano dell’Enterprise: Guido “Kirk” Cecconi, il quale attraverso il suo diario di bordo quotidiano, ci ha fatto vivere le sensazioni e le giocate delle due formazioni Academy. È stata una magnifica avventura internazionale, ricca di spunti interessanti a carattere culturale e sportivo, che servirà ai nostri ragazzi a maturare la consapevolezza che il baseball non è solo un gioco, ma un mezzo per avvicinarsi al mondo che li circonda. Infatti, quello che si è concluso ieri non è stato soltanto il classico “Torneo” con in palio coppe e medaglie, ma una esperienza di crescita caratteriale e sociale, attraverso una serie di esibizioni e confronti da cui trarre opportunità e suggerimenti tecnici, ma soprattutto è stato un tentativo di creare quel senso di amicizia e appartenenza, un esame di maturità per questi atleti, fortemente voluto dalla società Academy. E allora, si torna in Italia con un bagaglio pieno di Souvenir de España, e con un arricchimento personale che sarà utile a tutti i nostri giovani nel loro percorso futuro. Hola chicos, y grandes béisbol!

“No-Hit Dos: Academy MATA-D’OR!”

Pic 120di Guido Cecconi – Diario di bordo: Valencia, Giovedì 2 Luglio. Ci eravamo lasciati con la no-hit di Lazaro ZAMORA e con impressi ancora negli occhi i suoi stupendi lanci, e già siamo stati costretti a rilanciarci nel vortice della competizione. La formazione Allievi di MAZZANTI era chiamata a dimostrare di avere assorbito la sconfitta del giorno precedente, e il manager mandava in campo quei ragazzi che avevano partecipato, forse, un po’ meno alle gare, ed erano stati “messi sotto esame” meno degli altri. La linea difensiva negli esterni era inedita e aveva una età media di 13 anni, l’esterno centro principe del campo era MAZZANTI, a destra vedevamo schierato Fabio LUDOVISI, mentre a sinistra DI MAGNO faceva da chioccia all’intera linea. Nel campo interno la cerniera difensiva era formata da FEDERICI-CALISI, in difesa della 1^ Base troneggiava PATRUNO, ed in 3^ Base DI STEFANO difendeva l’angolo caldo; MARRONE copriva la casa base con la consueta sicurezza ma, una menzione speciale deve andare all’uomo che non ti aspetti , colui che in una squadra ricopre il ruolo principe, Alessio VIBURNO autore in questa partita di una prestazione maiuscola. Come per la giornata di ieri la squadra giocava tutta per lui, e lui non l’ha delusa, e dopo un inizio in sordina il nostro pitcher ha iniziato a prendere padronanza della pedana, centellinando lanci con un controllo invidiabile. Nel 1° inning veniva colpito subito di incontro, ma MAZZANTI, leggendo in maniera magistrale la battuta, con un’ottima corsa raggiungeva la palla e la raccoglieva al volo. Altra nota positiva era l’approccio in battuta dei “piccoli” del gruppo, infatti dobbiamo rilevare le battute valide effettuate da MAZZANTI, LUDOVISI Fabio e KRASIMIROV, che davano il La alla squadra, in una cavalcata vincente. Un’ulteriore menzione va a CALISI, autentico muro contro cui si sono infrante tutte le speranze della formazione avversaria (al termine vedremo ben 6 assistenze e 3 eliminazioni da parte sua). DI MAGNO continua a dimostrarsi uomo squadra, ma, come detto, è VIBURNO l’uomo del giorno; infatti, per non essere da meno del suo compagno della categoria Cadetti, in un crescendo continuo macina eliminati e termina la sua prestazione con una NO-HIT, che lo inserisce di diritto tra i protagonisti della trasferta valenciana; risultato conclusivo : Antorcha vs. Academy 0-8. La vittoria della giornata vale per la squadra la conquista del torneo spagnolo, non trascurando le prestazioni dei singoli elementi e di tutto il team.

ACADEMY    0 0 4 3 1 0  Tot. 8

ANTORCHA  0 0 0 0 0 0  Tot. 0

ACADEMY of NETTUNO ALLIEVI: MAZZANTI (POLITI), CALISI, DI MAGNO, MARRONE, DI STEFANO, VIBURNO, PATRUNO (PAVONE), LUDOVISI Fabio (LUDOVISI Francesco), FEDERICI (KRASIMIROV). Lanciatore: VIBURNO.

“Sconfitti ma Vincitori!”

Pic 127di Guido Cecconi – Passiamo all’incontro del pomeriggio, dove la squadra Cadetti va ad affrontare l’ANTORCHA, nonostante sia già vincitrice del torneo, a meno di un passivo stratosferico. Ed è partita vera fin dall’inizio, dove primeggiano i pitcher con i loro lanci e le loro curve. Al lanciatore avversario, partente della squadra leader nel campionato di categoria spagnola Cadetti, DE FRANCESCHI contrappone CIANFRIGLIA, per saggiare il suo grado di preparazione. Dopo un 1° inning chiuso a zero per entrambe le formazioni ed una prima parte del 2° inning dove l’ACADEMY non ottiene alcun punto, si va alla seconda parte del 2° inning dove si rompe l’equilibrio, ed il nostro pitcher, con due battute valide consecutive ed un colpito, subisce il primo punto dell’incontro. Dal 3° al 5° inning non vediamo alcuna segnatura per entrambe le squadre, e possiamo apprezzare solamente due battute valide ottenute da BRAGHINI e CIANFRIGLIA. Arriviamo così al 6° inning, ed è qui che l’ACADEMY ha una reazione eccezionale, apre il line-up PAVONE, e si vede subito che l’aria sta girando, con un singolo raggiunge la prima base e ruba la seconda; si presenta nel box di battuta SCERRATO, che dopo aver assorbito due strike colpisce duramente la palla che raggiunge la recinzione a 96 metri (verrà penalizzato dalla rete che gli toglie la soddisfazione di un triplo) e porta a casa il punto del pareggio. Il trend positivo non si esaurisce e, dopo aver subito un out, DE IACOBIS colpisce anche lui  il pitcher avversario con un singolo al centro, portando la formazione dell’ACADEMY sul 2-1; poi anche BRAGHINI ottiene un singolo ma la spinta si è ormai esaurita e termina l’inning sul 2-1. Seconda parte del 6° inning a zero per l’ANTORCHA, e prima parte del 7° inning a zero anche per l’ACADEMY. Ci presentiamo così nel 7° ed ultimo inning ed è qui che matura la beffa, infatti, dopo due out ottenuti facilmente, vediamo la squadra subire, forse, l’unica flessione vera, CIANFRIGLIA viene incontrato da un doppio devastante al centro e subisce 2 punti che varranno la vittoria all’ANTORCHA; risultato finale Antorcha vs. Academy 3-2. Una nota di merito va a CIANFRIGLIA autore di una magnifica prestazione, senza dimenticare tutti i partecipanti alla trasferta che, sicuramente, riporta note positive per tutto lo staff della squadra che dovrà affrontare le finali nazionali. Le squadre si riuniscono al centro del diamante, un tripudio di maglie e di cappelli fa da cornice ai ragazzi riuniti in un unico grande abbraccio, il pubblico accorso numeroso a festeggiare l’ACADEMY of NETTUNO, vincitrice di entrambi i trofei che andranno a riempire la bacheca della società.

ACADEMY    0 0 0 0 0 2 0  Tot. 2

ANTORCHA  0 1 0 0 0 0 2  Tot. 3

ACADEMY of NETTUNO CADETTI: PAVONE, SCERRATO, DE ANGELIS, DE IACOBIS, BRAGHINI, CIANFRIGLIA, CECCONI (MESSINA), D’ANOLFO, FERRANTE (DE BAGGIS). Lanciatore: CIANFRIGLIA.

(503 visite)