Crea sito

Festa dello Sport Tricolore!

di Roberto Minnocci  – 

“Premiazioni delle squadre Campioni d’Italia di baseball U12 e U18, San Giacomo e Academy, alla Festa dello Sport di Nettuno, con le dichiarazioni dei responsabili societari.”

Una splendida giornata in un’incantevole location come il Parco Palatucci, hanno fatto da cornice alla Festa dello Sport di Nettuno, con gli stand e le delegazioni di tutte le discipline sportive in attività nel nostro territorio. Quest’anno è stato grande motivo d’orgoglio mischiare alle tonalità autunnali della natura, che circondavano gli atleti in divisa, anche le colorazioni brillanti che compongono l’effige tricolore degli scudetti dei Campioni Italiani, o più semplicemente è bastato sventolare di nuovo le bandiere nazionali, innalzate per le vittorie dei nostri rappresentanti nei palasport e negli stadi, per rivivere le emozioni di quei momenti indimenticabili. E allora, sotto uno specchio di sole benaugurante si sono esibite le funamboliche ragazzine Cheerleaders, dell’acclamatissima scuola di Arianna Giannini, l’Academy Cheerleading Nettuno, campionesse italiane in tre categorie giovanili dello sport acrobatico per eccellenza, che è in forte ascesa tra le preferenze dei nostri concittadini. Poi la mattinata si è tinta sempre più di bianco, rosso e verde, con la premiazione dei Campioni d’Italia dello sport principe della nostra città: il baseball; sfilavano così sul palco virtuale le squadre del San Giacomo Nettuno Under12 e dell’Academy Nettuno Under 18, freschi vincitori dei titoli giovanili la scorsa settimana a Modena; i rappresentanti dell’amministrazione comunale, Sanetti e Lucci, consegnavano una targa ricordo alle due società, per aver dato lustro e visibilità al nome di Nettuno, con le loro imprese sportive. I portavoce societari, Massimiliano Zazza per il San Giacomo e Roberto De Franceschi per l’Academy, presentavano con orgoglio i ragazzi uno alla volta, con giusta enfasi e tono euforico, lasciandoli accarezzare dall’ondata di calore del pubblico presente, che decretava con un lungo applauso il giusto riconoscimento a tutti i giocatori. Complimenti a tutti gli autori di queste magnifiche vittorie, che hanno rinverdito gli allori di Nettuno, ancora e sempre: “La Città del Baseball!”

Al termine abbiamo sentito il presidente Academy, De Franceschi: “Questo riconoscimento è il giusto epilogo di una stagione fantastica per i ragazzi, che ricorderanno con orgoglio questo loro primo scudetto. Noi come Academy siamo soddisfatti ed estremamente contenti, e cercheremo di ripeterci anche in futuro per poter rivivere di nuovo le splendide cornici di questa manifestazione. Siamo grati a questo gruppo di giocatori che è cresciuto con noi e ha messo la firma al nostro primo tricolore societario, sottolineando che gran parte di loro potrà difendere il titolo conquistato anche il prossimo anno, essendo ancora iscrivibili in questa categoria; qualche anno fa abbiamo mosso i primi passi, come società sportiva, con questi ragazzi, crescendo con loro e raggiungendo insieme il successo pieno, dopo averlo sfiorato più volte nelle passate stagioni; quando ho potuto, ho cercato di supportare lo staff tecnico, che ha svolto un ruolo fondamentale in questo trionfo e sono sicuro che ci daranno ancora altre soddisfazioni. Ora stiamo già programmando il periodo invernale, per portare questa squadra a migliorare ancora e tentare di vincere anche il prossimo anno, intanto però ci godiamo i nostri Campioni d’Italia Under18.”

Di seguito riassumiamo alcuni stralci delle dichiarazioni rese dai tecnici Campioni d’Italia U12 e U18; le interviste integrali saranno pubblicate nei prossimi giorni sul sito dell’Academy Nettuno Baseball.

Massimiliano Zazza, tecnico del San Giacomo, è apparso soddisfatto: “Siamo molto contenti del risultato ottenuto, soprattutto per i ragazzi, che ci hanno seguito con impegno e passione. Siamo riusciti a dar loro le giuste motivazioni, supportandoli nella crescita, soprattutto caratteriale. Questa targa ricevuta oggi, e lo scudetto di Campioni d’Italia, sono il riconoscimento a una stagione faticosa, che abbiamo affrontato insieme, e il merito va diviso con tutti: lo staff che ha seguito la preparazione tecnica e fisica, con allenamenti mirati; i genitori che hanno svolto un ruolo importante all’interno dell’organizzazione societaria; i ragazzi che hanno dato il meglio di loro stessi nei momenti difficili; da uomo di sport, io mi attribuisco il merito di aver contribuito alla loro crescita sportiva e umana. Ma l’aspetto fondamentale, che riassume questo successo, è riassunto in una sola parola: sacrificio! È stata la capacità di sacrificarsi e di soffrire che ci ha permesso di raggiungere questo importante traguardo nazionale.”

Il manager Academy, Camillo Martufi: “Sono fiero e onorato di aver contribuito alla conquista di questo scudetto Under18, che rappresenta un traguardo storico per la società Academy, essendo il primo in assoluto. Non nego di aver raggiunto un sogno anch’io, dopo aver provato per anni a portare avanti progetti e idee, che non son riuscito mai a realizzare completamente. Questi ragazzi sono stati fantastici, crescendo gradualmente nel corso della stagione, facendosi trovare sempre pronti, con la mentalità e la fisicità giusta; queste sono state le chiavi per raggiungere un successo che va al di là del trofeo vinto, perché la mia più grande soddisfazione è aver creato un gruppo unito e coeso, che trarrà benefici da questa esperienza anche singolarmente, nel corso della vita sportiva di ognuno.”

 

(190 visite)