Crea sito

Coppa Italia SerieA, passa il Nettuno Academy!

di Giovanni Colantuono  – 

“In Gara1 attacco da 22 valide per la squadra di De Franceschi, in Gara2 Paternò pareggia la serie ma passa il Nettuno Academy.”

Non è bastata ai Red Sox Paternò la vittoria in gara 2 per 6-4 per evitare l’uscita di scena in Coppa Italia di SerieA. Passa il turno il Nettuno BC Academy che con la rotazione formata da Chirinos, Ciarla e Zamora ha limitato la rabbiosa reazione dei siciliani in gara 2 a solo sei punti al passivo. A fare la differenza sono stati i 13 punti segnati dalla squadra nettunese nella brillante vittoria in gara 1 con ben 22 battute valide.

Gara1: Una grande prestazione di tutto il lineup e con un ottimo Carlos Tomasi sul monte di lancio il Nettuno BC Academy ha battuto i Red Sox Paternò per 13-4 in gara 1 del Girone H della Coppa Italia. Una partita dominata dalla squadra di Roberto De Franceschi capace di battere ben 22 valide ai campioni d’Italia in carica della SerieA. Ad affrontarsi da partenti Carlos Tomasi e Giuseppe D’Ignoti. Lo starter nettunese offriva la sua solita ottima partenza di gara e per quattro inning l’attacco dei siciliani non riusciva a creare problemi alla difesa della squadra di De Franceschi. La prima valida dei Red Sox arrivava nel terzo attacco, e solo nel quarto due singoli consecutivi di Salgado e Carciotto mettevano pressione su Tomassi, la difesa però chiudeva con un doppio gioco difensivo acceso da Colaianni in terza. Fino a quel punto erano solo 4 le valide totali degli ospiti. Per il Nettuno BC Academy invece la partita iniziava nel migliore dei modi. Le valide di Leo Rodriguez e Mattia Restante propiziavano il punto del vantaggio battuto a casa dalla groundball di Carlos Patrone. Nel terzo attacco il primo allungo della squadra nettunese. Apriva il solo homer di Leo Rodriguez, poi i singoli di Restante e Patrone ed il doppio di Roberto Colaianni mandavano in crisi D’Ignoti che veniva ancora toccato del singolo di Gabriele Orefice e da Manuel De Angelis che batteva a casa il quarto punto dell’inning. Il parziale volava sul 5-0. Nel quarto inning ancora due punti a casa per i padroni di casa. Ancora valide per i soliti Rodriguez e Restante, poi Patrone e Orefice con un singolo portavano il risultato sul 7-0. Timida reazione dei Red Sox nel quinto con due punti segnati grazie al singolo di Botta, alla base per ball a De Blasi e il doppio di Rolexis Molina. La risposta del Nettuno BC Academy era immediata. Singolo dell’ottimo Leo Bulfone e lungo fuoricampo al centro di Giuseppe Sellaroli sul rilievo Franklin Torres, gara sul 9-2. In questo doppio confronto di Coppa Italia conta, e fa la differenza in caso di parità nelle vittorie, il maggior numero di punti segnati per il conteggio del TQB, e quindi il Nettuno BC Academy spingeva ancora nel box di battuta. Manuel De Angelis, Fabrizio Brignone e Leo Bulfone, con tre singoli, confezionavano il decimo punto. Usciva l’ottimo Tomasi (6 RL, 6 BV, 5K) rilevato nel settimo inning da Federico Cozzolino. Nel settimo i Red Sox riuscivano ad accorciare con due punti dopo un errore difensivo e tre valide di Lo Giudice, Garcia e Molina. Però servivano a poco perchè il lineup di De Franceschi completava l’ottima gara producendo altri tre punti nell’ottavo attacco con i singoli di Manuel De Angelis, di Leo Bulfone, il doppio di Sellaroli e la valida dell’incontenibile Leo Rodriguez che fissava il risultato sul 13-4. 22 valide del Nettuno BC Academy. Leo Rodriguez 5 su 6 con un fuoricampo, Leo Bulfone 4 su 5, Mattia Restante 3 su 6.

Gara2: Nel confronto tra Luis Chirinos e Wilber Perez partiva forte ancora la formazione di De Franceschi che metteva tre punti sullo score nel primo attacco. Il vantaggio del Nettuno BC Academy resisteva fino al quinto inning con la squadra di manager Riccardo Messina che accorciava le distanze con un punto nel secondo e un punto nel terzo inning. Spinti da Molina e Delgado i Red Sox ribaltavano il risultato nel sesto inning con due punti che portavano il parziale sul 4-3 per Paternò con Chirinos che lasciava la collinetta del Tagliaboschi ad Alessandro Ciarla. Il rilievo nettunese controllava bene il settimo e ottavo attacco dei Red Sox prima di lasciare la palla al closer cubano Lazaro Zamora. Il giovane rilievo del Nettuno Academy subiva l’ultimo disperato tentativo di rientrare in corsa degli ospiti, che aiutati anche dalla difesa nettunese, riuscivano a segnare due punti. Zamora però con due strikeout chiudeva l’attacco dei siciliani ed il discorso qualificazione. Nella seconda parte del nono arrivava il quarto punto del Nettuno Academy che valeva solo per la statistica. Finale di 6-4 e qualificazione in tasca alla squadra nettunese.

 

(106 visite)