20 Aprile 2024

di Roberto Minnocci  – 

“Gli Allievi Academy A battono il San Giacomo in una sfida decisiva.”

Pic 298

Dopo aver saltato la partita d’andata, si è svolta ieri la tanto attesa sfida tra Academy A e San Giacomo, le due squadre che stanno dominando il campionato Allievi Baseball Youth 2016 e che erano appaiate in testa alla classifica generale con sei vittorie su sei incontri giocati per entrambe. Al momento del playball c’era una buona cornice di pubblico assiepata dietro casa base del “Fausto Camusi”, reso disponibile per ospitare questo incontro che portava in dote grandi aspettative, ma soprattutto la consapevolezza che ci si giocava una chance fondamentale per il cammino verso i playoff nazionali. I ragazzi, nei due dugout, iniziavano la gara un po’ contratti, e a soffrirne maggiormente è stato l’aspetto tecnico, registrando alcune imprecisioni di troppo, che hanno condizionato la fluidità del gioco. Nonostante tutto, però, la partita è stata emozionante proprio per la sua carica emotiva, offrendo uno spettacolo carico di tensioni, con il punteggio ribaltato più volte fino all’esito finale, che premiava l’Academy. Nei primi due inning c’è stata la sagra dei LOB, con le due formazioni che lasciavano troppi corridori in posizione punto, sprecando alcune situazioni favorevoli. I due partenti Ricci e Della Millia concedevano qualcosa, ma comunque mantenevano il controllo della situazione fino al terzo: triplo di Della Millia e poi il punteggio si sbloccava in favore del San Giacomo, il quale, però, subiva immediatamente il sorpasso al cambio di campo ad opera degli accademisti, con una bella valida di Krasimirov: 2-1 a fine terzo. Nella seconda parte del match Krasimirov saliva sul monte per l’Academy, mentre dall’altra parte il rilievo di Visalli non aveva l’esito sperato, valida di Castaldo e 3-1 a fine quarto. Ci si avviava verso la fine con il San Giacomo che accorciava le distanze al quinto e controllava, con Continella in pedana, le velleità accademiste: 3-2. Ultimo inning incredibile: due “mazzettate” di Pescatori e Continella (Triplo e HR) capovolgevano il risultato in favore degli ospiti; l’Academy limitava i danni con il closer Castaldo, poi tentava il tutto per tutto nel suo turno d’attacco conclusivo, effettuando clamorosamente il contro sorpasso, approfittando di un cedimento emotivo degli avversari, i quali, con una serie di imprecisioni, permettevano all’Academy di aggiudicarsi l’incontro con il risultato finale di: Academy A vs. San Giacomo 5-4. Ci si sarebbe aspettato qualcosa di più dal punto di vista tecnico da due team così attrezzati sui fondamentali, ma probabilmente la disabitudine alle difficoltà ha giocato un brutto scherzo ad ambedue le contendenti, che dovranno crescere molto sotto questo aspetto. Il San Giacomo di Faccendini e Di Mattia ha mostrato il suo lato migliore nel box, battendo più del doppio degli avversari, ma non è stato sufficiente a vincere una partita che richiedeva più qualità caratteriale. L’Academy si è espressa a sprazzi, non riuscendo a scaricare in campo il suo potenziale d’attacco; i tecnici, Ruberto, De Rossi, D. Ricci, dovranno effettuare un “setup” più accurato sulla continuità dei ragazzi, che hanno alternato cali di tensione e reazioni efficaci. Ma probabilmente basterebbe solo giocare più partite come questa!

Il manager Alessandro Ruberto a fine gara: ”Non è stata una bella partita, in campo c’è stato nervosismo e tensione sopra le righe in entrambe le squadre. Non riesco neanche a gioire per la vittoria, perché mi dispiace vedere ragazzi così provati emotivamente per una partita che invece dovrebbe essere gioia. C’è qualcosa che non va, e forse stiamo sbagliando qualcosa anche noi. Dei miei giocatori nessuno ha giocato all’altezza, subendo troppe pressioni nonostante io abbia cercato di non crearne. È vero che era una gara decisiva, però in campo bisogna andarci con la testa giusta. Siamo stati fortunati nel finale, vincendo senza aver fatto molto, però se non avremo la capacità di affrontare queste partite con l’atteggiamento positivo non faremo molta strada, perché poi le difficoltà saranno sempre maggiori. Della gara di oggi salvo solo il risultato.”

Anche Mauro De Rossi ha espresso il suo parere: “Purtroppo questa è l’unica sfida di livello che affrontiamo durante il campionato, e i ragazzi non sono abituati ad fronteggiare queste difficoltà. Allora dobbiamo cercare di prendere tutto il buono che ci danno queste partite, facendo tesoro soprattutto degli errori che si commettono. Oggi, nonostante le tensioni, è venuta fuori una bella gara, che ha fatto bene sia a noi che a loro. I nostri battitori hanno affrontato dei buoni lanciatori, che ci hanno creato dei problemi, costringendoci a giocare più sul controllo della partita, e alla fine il risultato ci ha dato ragione. Mi dispiace per il finale un po’ emotivo, io insisto sempre con i miei che si deve giocare per divertirsi. Puoi sbagliare, prendere kappa, lanciare male, però il bello del baseball è che ti offre sempre un’altra possibilità per rifarti. Bisogna lavorare molto su questo aspetto.”

San Giacomo   0 0 1 0 1 2  Tot. 4

Academy A      0 0 2 1 0 2  Tot. 5

San Giacomo: Lorillo, Ciaramella, Della Millia, Pescatori, Continella, Aprea, Ricci, Fagnani, Pirro, Visalli. Lanciatori: Della Millia, Visalli, Continella.

Academy A: Matteo, Mariola, Ricci, Castaldo, Baldazzi, Krasimirov, Ludovisi, Bruno, Savino, Mazzanti. Lanciatori: Ricci, Krasimirov, Castaldo.